Da Borghetto sul Mincio pedalando verso Peschiera del Garda

Questa ciclabile la ricorderò per sempre, è stata il banco di prova per i nostri bambini: hanno pedalato immersi in un paesaggio mozzafiato per ben 28 chilometri totali fra andata e ritorno!

Sarà che i nostri bambini hanno imparato prima a pedalare poi a camminare, sarà che dall’età di tre anni li abbiamo sempre portati in strada in bici, insegnando loro il rispetto per gli altri e per se stessi, l’educazione in strada e il rispetto delle regole, a cominciare dalla regola più importante: indossare il casco prima di salire in bici! Sarà che ci piacciono tanto le giornate low cost fatte di panini, bici e sole!

Abbiamo scelto di partire da Borghetto sul Mincio( https://siviaggia.it/borghi/a-borghetto-sul-mincio-un-tuffo-nel-medioevo/183437/ ) , un borgo tra i più belli d’Italia, per arrivare a Peschiera del Garda (https://siviaggia.it/idee-di-viaggio/cosa-vedere-una-giornata-peschiera-del-garda/194058/), il tutto attraverso una ciclabile che si è rivelata comoda, bella e a portata di bambini.

IMG_20180823_171556-01

Siamo partiti dal parcheggio di Borghetto sul Mincio, prima del ponte: la ciclabile si trova proprio di fianco al parcheggio, e da qui ci siamo immersi in un paesaggio che ci ha lasciato senza parole, catturando la nostra attenzione e permettendoci di godere di uno spettacolo unico.

 

IMG_20180823_163216-01

 

Durante il percorso ci siamo fermati a mangiare i nostri panini…peccato che non ci siano piazzole attrezzate in cui fermarsi tranquillamente a riposarsi o a mangiare!

 

Peschiera ci ha accolto in tutta il suo splendore e ci siamo lasciati cullare da un paesaggio che ci ha fatto dimenticare la strada percorsa….che avremmo poi dovuto rifare per tornare alla macchina!

IMG_20180823_144829-01

E’ stata una giornata indimenticabile, ma soprattutto non scorderò mai la soddisfazione negli occhi dei miei figli per aver portato a termine un percorso così lungo e, soprattutto per il più piccolo, così impegnativo!

 

 

 

 

Annunci

Parco Avventura Cerwood

A spasso per l’Emilia vuol dire anche alla scoperta delle meraviglie che ci riserva il nostro Appennino, e questa mattina abbiamo portato  i bambini al Parco Avventura Cerwood! Abbiamo pensato a questa meta perché vogliamo che prendano dimestichezza con i percorsi attrezzati in vista della ripresa delle nostre escursioni…vie ferrate comprese!

Il Parco Avventura Cerwood si trova nel Parco Nazionale dell’ Appennino Tosco- Emiliano, è il primo Parco Avventura nato in Emilia Romagna, l’accesso al parco è gratuito, si pagano solo le attività che si vogliono fare.

IMG_20180822_162422-01

Ci sono 27 percorsi diversi, 7 per bambini, 14 per ragazzi e adulti e 6 percorsi pratica, per divertirsi camminando  sospesi in aria in totale sicurezza!( http://www.cerwood.it )

IMG_20180822_155951

Davide e Matteo si sono divertiti un mondo a camminare tra gli alberi, ma soprattutto il fatto di mettersi alla prova cercando di superare gli ostacoli e la “paura”  dell’altezza li ha resi soddisfatti e felici e desiderosi di provare percorsi più difficili…ma per quelli devono aspettare un’altra estate!

 

“E quindi uscimmo a riveder le stelle”

“Per quanto difficile possa essere la vita, c’è sempre qualcosa che è possibile fare. Guardate le stelle invece dei vostri piedi” – Stephen Hawking –

Il tre agosto, con un gruppo di amici, siamo andati a Febbio a visitare l’Osservatorio Astronomico Pierino Zambonini ( https://valdasta.it/losservatorio-astronomico-pierino-zambonini/)

Abbiamo organizzato questa visita da un po’ di tempo, e, sia noi adulti che i bambini, non vedevamo l’ora che arrivasse questo momento. L’osservatorio  si trova a Febbio, una frazione di Villa Minozzo, in provincia di Reggio Emilia, nell’alto Appennino Reggiano.

Qui si trova l’Osservatorio Astronomico Pierino Zambonini, dedicato al noto astrofisico valdastrino fondatore dell’osservatorio “parte integrante, insieme alla stazione meteorologica, del Centro di Documentazione ” Il tempo e le Stelle” del parco del Gigante”.

Quella notte abbiamo vagabondato tra le stelle: abbiamo incontrato Saturno, in tutta la sua eleganza, vestito del suo anello; Marte, luminoso più che mai; una nebulosa e quello che rimane di una stella… siamo stati accolti da una pioggia di stelle cadenti e salutati da un cielo che sembrava incantato!IMG-20180804-WA0001-01

“L’ottima visibilità della volta celeste in questa parte dell’Appennino e la posizione all’interno di una zona protetta d’alta quota, garantiscono ottime condizioni per l’osservazione, in assenza di inquinamento luminoso.

questa struttura si presta a vari utilizzi:

  • divulgazione: rivolta a tutti i frequentatori della zona  con osservazioni  della volta celeste e conversazioni inerenti gli oggetti osservati, visioni di diapositive
  • le scuole. rivolta a tutte le classi di ogni ordine e grado con visite guidate  e percorsi di studio organizzati con il corpo docente
  • la ricerca: rivolta agli appassionati e alle scuole con piccole ricerche da concordare e sviluppare con la direzione dell’osservatorio
  • fotografia degli oggetti celesti. “

IMG-20180804-WA0012-01

Da Spoleto a Gubbio….sulle tracce di Don Matteo!

Continua il nostro viaggio a spasso per l’Umbria e da Spoleto, questa mattina, ci spostiamo a Gubbio! Come Spoleto anche Gubbio ha fatto da location per le riprese di Don Matteo, un personaggio televisivo che i nostri bambini amano particolarmente, e così abbiamo scelto questa splendida città come meta della nostra gita facendo felice tutta la famiglia: i bambini che continuano la loro avventura sulle tracce del loro personaggio preferito e noi che, così, abbiamo la possibilità di godere delle bellezze dell’Umbria!

Arrivati in città riusciamo facilmente a trovare un parcheggio proprio vicino le mura; zaino in spalla e scarpe comode ci prepariamo per quella che si rivelerà una splendida passeggiata circondati da tanta bellezza!

Gubbio ci accoglie con lo splendore dei suoi mille vicoletti che costeggiano la via che sale fino alla Piazza Grande che ci lascia letteralmente a bocca aperta!

Rimaniamo ad osservare la piazza e il panorama per un po’, come rapiti da tutto quello spazio, poi i bambini riconoscono i luoghi che vedono nel film, ed il gioco è fatto, inizia qui la loro avventura: loro come i protagonisti del film!

Riprendiamo la passeggiata alla ricerca della chiesetta di don Matteo che scopriamo essere la Chiesa di San Giovanni, bellissima nella sua semplicità!

Strada facendo, tra salite e discese, ci fermiamo ad osservare i vicoli che costeggiano la strada, puliti e curati nei particolari.

Che dire….Gubbio ci ha colto di sorpresa con la sua bellezza, abbiamo piacevolmente percorso la città, favoriti dalla bella giornata, soleggiata e ventilata, abbiamo goduto di panorami mozzafiato, abbiamo mangiato ottimamente e siamo ripartiti con la promessa di tornarvi a Natale e vedere che atmosfera ci sarà!

A spasso per…l’Umbria

Finalmente sono arrivate le tanto attese vacanze, e, come ogni anno, o quasi, che si rispetti, siamo arrivati a destinazione: un po’ stile “stessa spiaggia, stesso mare”, la nostra meta preferita è l’Umbria!

La nostra casa delle vacanze è situata in un piccolo paese tra Norcia e Spoleto, ed è qui, in questo piccolo angolo di paradiso che ci rifugiamo per mettere in pausa i pensieri ed assaporare la vita, quella semplice, fatta di poco, di passeggiate nella natura, del silenzio delle montagne, della genuinità delle persone!

I bambini riscoprono la libertà, i sapori di cibi antichi, la bellezza delle tradizioni!

Ad arricchire i pomeriggi non mancano le nostre esplorazioni di questa meravigliosa regione: quest’anno abbiamo visitato, rigorosamente a piedi e in largo e in lungo, la città di Spoleto, complice la passione dei miei figli per la serie “Don Matteo”!

È stato fantastico andare alla ricerca di quei luoghi, di quegli stessi vicoli visti nel film! Davide e Matteo erano entusiasti, è stata per loro come una magia, come entrare in tv e ritrovarsi esattamente lì!

Se passate da queste parti dedicate due orette del vostro tempo a questa bellissima città e state certi che non vi deluderà affatto!

Visitarla è alla portata di tutti, grazie ad un percorso fatto di ascensori e scale mobili che permettono a chiunque di poter raggiungere anche i luoghi più in alto, come la Rocca o il Ponte delle Torri! Chi, invece, preferisce camminare e salire a piedi, potrà godere della vista di deliziosi e caratteristici vicoli!

Le nostre gite fuori porta! Oggi si va a….Volandia!!!

Sabato mattina. Davide e Matteo dormono ancora, io e Mauro ci ritroviamo come sempre seduti sul divano ad aspettare che il caffè sia pronto, e, nell’attesa, pensiamo a dove possiamo portare oggi i nostri due esploratori!

Ci ricordiamo che qualche tempo fa sull’applicazione di Family Point https://familypoint.family/it avevamo trovato un suggerimento interessante: http://volandia.it/ a pochi chilometri da casa! Inoltre questo Museo è convenzionato con la carta Viviparchi http://www.viviparchi.eu/ una carta che utilizziamo da ormai due anni e che permette alle famiglie di poter usufruire di sconti, riduzioni sui biglietti di parchi e musei, se non addirittura l’entrata gratuita!

Scelta finalmente la destinazione, ci mettiamo in viaggio senza svelare nulla ai bambini, certi di far loro una piacevolissima sorpresa!

Il Parco e Museo del Volo di Volandia è un museo ( oltre 60.000 mq) che si trova a Somma Lombardo, adiacente all’Aeroporto di Milano-Malpensa, negli edifici delle storiche Officine Aeronautiche Caproni fondate nel 1910. ” Aerei, elicotteri e …. muri testimoni della storia e dei sogni dell’uomo…ecco Volandia”.

Il percorso è suddiviso in aree tematiche che possono essere esplorate liberamente, nell’ordine preferito da ciascun “esploratore”: dagli esordi del volo, con riproduzioni dei progetti di Leonardo da Vinci alle più recenti imprese spaziali!

I bambini ( e non solo loro) possono cimentarsi nel volo attraverso appositi simulatori,

e si è liberi di salire, laddove è consentito su aerei ed elicotteri, provando emozioni e sensazioni che difficilmente dimenticheranno!!!!

Durante il percorso, composto da ben 11 padiglioni, è possibile riposarsi in aree gioco al coperto e all’aperto per bambini di ogni età grazie a gonfiabili, altalene, playground ed aree cavalcabili, aree disegno e attività didattiche. , o anche solo rifocillarsi presso il Bistrot!

Siamo letteralmente rimasti affascinati da questa esperienza, poter salire su aerei ed elicotteri o anche solo poterli ammirare da vicino è stato spettacolare. Siamo tornati a casa soddisfatti di questa gita fuori porta, carichi di emozioni e cose da raccontare!

L’ estate è fatta anche per….pescare

Quando arriva l’estate Mauro, Davide e Matteo, oltre ad andare in bici, amano anche pescare! ….ed io li seguo nelle loro avventure!

Il posto in cui preferiscono andare, quando non andiamo in montagna, è il Po, e vicino a Boretto c’è una spiaggia niente male in cui ci si può rilassare, loro pescando ed io leggendo un bel libro o sferruzzando con ferri e gomitoli.

La loro è una pesca sportiva, ciò che si pesca si libera,ma il divertimento è assicurato e, trascorrere una giornata in riva al fiume, ne vale sicuramente la pena!

Ciòche vogliamo insegnare ai nostri bambini è saper apprezzare la ricchezza del proprio territorio, ammirarne la bellezza e le risorse che esso ci offre!

A stare a “casa” non ci si annoia mai, c’è sempre qualcosa da scoprire dietro l’angolo, basta cercare e guardare con occhi diversi! Il trucco è proprio questo: vestire i panni del turista a casa propria e imparare ad osservare tutto ciò che ci circonda!